Arte, Ambiente, Cultura e Informazione

Shiraz, un viaggio nella Persia da Mille una Notte

 
 
Situata ai piedi della catena montuosa degli Zagros, in Iran, Shiraz è una delle città più antiche della Persia, nel corso della storia ne è stata più volte capitale, conoscendo forse il periodo di maggior splendore a partire dal 1751, sotto la dinastia Zand, ma già nel XIII secolo era un prestigioso centro culturale, tanto che oggi è conosciuta come la città dei poeti e della letteratura.

Capoluogo della provincia di Fars, oggi Shiraz è però anche un importante polo turistico, è infatti nota per il vino, le fastose residenze storiche con annessi i giardini, alcuni come il Bagh-e Eram considerati patrimonio mondiale, ma ancora quelli di Delgosha, Afifabad, Jahan Nama, la raffinata ed elegante Narenjestan e Ghavam, dimora di fine ‘800 appartenuta a Mirza Ibrahim Khan ed altrettanto affascinante, è il Vakil Bazaar, un mercato millenario collocato nel centro storico di Shiraz, adiacente alla Cittadella di Arg-e Karim Kahn, fortezza dall’aspetto medievale che deve il suo nome al capostipite della sopracitata dinastia Zand, Karim Kahn, il quale la fece costruire nel 1766.

Non mancano gli omaggi ai grandi personaggi del passato, testimonianza ne sono la sala commemorativa e il padiglione sovrastante la tomba di Hafez, celebre poeta persiano che cantava le gioie del vino e dell’amore, senza mancar di criticare le ipocrisie della religione. Il bellissimo mausoleo dedicato a Saadi, altro fra i maggiori letterati del paese insieme a Khwaju Kermani, poeta e mistico sufi, la cui tomba si trova su un altura che sovrasta la Porta del Corano, monumentale ingresso alla città che nella parte superiore, ha una stanza in cui erano custodite due copie del Corano e la popolazione usava passarvi sotto per riceverne protezione.
 
Shiraz, Porta del Corano
 
Molti ancora sono i luoghi d’interesse, senza contare le vicine attrazioni come le rovine Persepoli o la tomba di Ciro il Grande ed immancabile, è anche la visita alla Moschea Vakil. Costruita fra il 1751 e il 1773, copre un’area di oltre 86oo metri quadrati e tra le sale presenti al suo interno, la Shabestan, ovvero quella dedicata alla preghiera serale, ha una superficie di quasi 3mila metri quadrati in cui sono disseminate 48 colonne monolitiche scolpite lievemente a spirale, mentre il minbar, il pulpito da dove l’Imam pronuncia i sermoni, è un autentico capolavoro ricavato da un unico blocco di marmo di colore verde.

Quella di Vakil non è ovviamente la sola moschea di Shiraz, già lungo lo stesso Vakil Bazaar è possibile trovarne, ed è obbligo menzionare la Moschea Atigh Jame’ del IX secolo, la più recente Shāh Chérāgh, che in persiano significa ‘Re della Luce’, accanto alla quale sono presenti le tombe dei figli del settimo Imam sciita Musa al-Kadhim, cosa che ne fece probabilmente il più importante luogo di pellegrinaggio della città, ma vicino ad essa, tra il 1876 e il 1888, quindi sotto la dinastia reale Qajar, fu ordinata la costruzione della spettacolare Moschea Nasir al-Mulk.

Progettata dagli architetti Mohammad Hasan-e-Memār e Mohammad Rezā Kāshi-Sāz-e-Širāzi, varcarne la soglia, specialmente alle luci del mattino, significa far un tuffo fra le pagine della celebre raccolta di novelle ‘Le Mille e una Notte’.

Una perla nascosta da un involucro che mai, potrebbe far pensare al visitatore la meraviglia che lo attende, una miscela di tradizione e futurismo che ne fanno uno dei luoghi sacri più straordinari. I raggi del sole che attraversano le variopinte vetrate, formano un tripudio di colori che rimbalzano, s’intrecciano e creano un mondo caleidoscopico, unico e suggestivo.

Sgargianti bagliori che si riflettono sugli elementi architettonici non certo meno sorprendenti, a partire dalle colonne scolpite, le nicchie, le volte e il soffitto costituiti da intricati mosaici di piastrelle anch’esse coloratissime e dove è il rosa a dominare, motivo per cui è anche nota come ‘Moschea Rosa’.
 
Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa
 

Shiraz, Moschea Rosa