Arte, Ambiente, Cultura e Informazione

“Autunno”, composizione di Giorgia Deidda

 
 

Autunno

di Giorgia Deidda

 

Io non ho più niente,
lasciata a marcire come le foglie in autunno
senza un ricordo a cui aggrapparmi,
qualcosa
che mi possa far luce in queste tenebre nerissime.
Non ci troviamo,
tu sei perso, sei al di là della notte
più lontano dell’altro capo del mondo
e mi pasticciavi il cuore con i tuoi pastelli –
una mano da bambino, debole,
ma più forte delle mie paure.
Quando avrai voglia di piangere,
il mio grembo sarà per te
spalla più ampia,
il circolo che tutto crea;
sarò per te madre e amante.