Arte, Ambiente, Cultura e Informazione

“Alla stella polare”, poesia di Marco Bo

 
 

Alla stella polare

di Marco Bo

 
 

Non parole determinanti
tutte quelle trattenute dentro
mille silenzi
sfumature di bianco
nel vento gelido

Non insegnamenti cori o ritornelli
non suoni distorsioni o grida
non si sa cos’altro quassù dove un errore non è la fine
ma il silenzio sazia

Sì, il silenzio sazia
fino alle prossime parole che qualcuno tirerà lì nel mezzo come dadi di un gioco da bambini
verbi che rotoleranno nella polvere
preposizioni e buoni propositi che scivoleranno tra le crepe
avverbi e aggettivi che gonfieranno il vuoto di queste nuvole di marmo piene di ansie e di paure

L’ho già detto ma lo ripeterò ancora
il silenzio sazia
il silenzio sazia
il silenzio
sazia
ma non perdona
mai