...

Divina Commedia: Inferno, Canto XX

Giunto nella IV Bolgia, Dante scorge l’anime dannate degli indovini, in silenzioso pianto costretti ad avanzar col capo terribilmente ritorto addietro e davanti a tal patire, al vederne le lacrime scivolar sui dorsi, viene colto da cotanta commozione da suscitar l’ira di Virgilio.