Arte, Ambiente, Cultura e Informazione

Uova, amiche della salute e non solo

 
 
Uova, l’alimento che per anni è stato bistrattato e tra i più demonizzati, grazie a recenti ricerche viene finalmente rivalutato, tanto da consigliarne l’uso quotidiano.

Almeno per chi non è dedito al culturismo, la quantità indicata dal guru del body building anni 70, Vince Gironda, sarebbe forse eccessiva, dato che suggeriva di mangiare fino a 36 uova crude al giorno, certo è che a livello proteico, l’uovo è l’alimento in natura dal profilo biologico di maggior qualità.

Al centro di molti dibattiti scientifici, il motivo principale per il quale le uova erano inserite fra gli alimenti fortemente da limitare, era il colesterolo.

Dato ormai per acclarato che per quanto riguarda l’albume, grazie alle sue proprietà nutritive importanti per la muscolatura, non c’è alcuna soglia massima se non quella dettata dal buon senso, parleremo complessivamente delle uova, perciò tuorlo e albume.

Così come avviene anche per altri lipidi, il colesterolo è catturato e trasportato nel sangue dalle lipoproteine, composti organici formati da una proteina e una componente lipidica e tra queste, quelle di nostro interesse sono le HDL (lipoproteine ad alta densità) e le LDL (lipoproteine a bassa densità).

Mentre quest’ultime LDL sono il cosiddetto “colesterolo cattivo” e hanno la funzione di trasportarlo dal fegato ai tessuti, le HDL sono quelle che hanno il compito di rimuovere il colesterolo in eccesso, oltre che essere responsabili della produzione di vitamine e di altre svariate funzioni metaboliche come la crescita cellulare o lo sviluppo embrionale. Sono quelle che comunemente chiamiamo “colesterolo buono“.

Il colesterolo presente nel sangue e proveniente dagli alimenti (colesterolo esogeno) è circa il 15/20% del totale, mentre il resto è prodotto dal nostro corpo e in modo particolare dal fegato (colesterolo endogeno).

Questo dà già un’idea di come il colesterolo sia una molecola strutturale molto importante e per il corretto funzionamento dell’organismo, il suo valore ideale dovrebbe essere inferiore a 200 milligrammi per decilitro.

Se è vero che sarebbe buona norma limitare ad esempio le carni rosse, come lo stesso Ministero della Salute fa notare, il tuorlo d’uovo è povero di acidi grassi saturi, senza contare che in esso, troviamo la lecitina, in greco significa proprio “tuorlo d’uovo” e che numerosi studi evidenziano come questa sostanza, ricca di acido linoleico, sia l’antagonista più importante del colesterolo.

Tanto che dai test eseguiti, risulti che l’assunzione di uova alzi i livelli di HDL (il colesterolo buono) senza far aumentare quelli di colesterolo totale, quindi riducendo il rischio di malattie cardiache, tanto che l’American Heart Association, nelle linee guida, non include più la raccomandazione di limitarne il consumo.
 

Le Infinite Proprietà delle Uova

 
uova-cestino
 
Oltre alle proteine, essenziali al nostro organismo e delle quali ne è ricco l’albume, le uova contengono anche la vitamina D, un nutriente fondamentale per la pelle, i capelli, lo scheletro e non solo.

Una sua carenza, e in Italia lo è l’80% della popolazione, può essere causa di debolezza muscolare, fragilità ossea fino a forme più gravi come iperparatiroidismo, rachitismo del bambino, quindi importante durante la gravidanza e studi effettuati nel 2009 correlano una sua carenza al possibile manifestarsi della sclerosi multipla.

Avendo la lecitina, troviamo sostanze come la colina, un micronutriente che si occupa della trasmissione dei segnali nervosi, dell’integrità della membrana cellulare, tanto che si considera avere un’azione positiva sullo sviluppo celebrale del feto.
Come se non bastasse, la colina favorisce inoltre la sana funzionalità epatica, prevenendo accumuli di lipidi nel fegato.

A questa si aggiunge la luteina, che con una formula correlativa a quella del beta carotene, ha proprietà antiossidanti ed è molto importante per la salute dei nostri occhi, infatti li protegge dalle radiazioni e influisce sulla qualità della vista, una sua carenza è ritenuta essere responsabile del formarsi della cataratta.

Se ancora quanto detto non fosse abbastanza per cambiare idea sulle uova, oltre al fatto che sono buone e dai mille utilizzi, ricordiamo che sono anche ricche ferro, fosforo, calcio, zolfo e come se non bastasse uno studio pubblicato su International Journal of Obesity, mostra che in soggetti sani, mangiare uova a colazione favorisca il dimagrimento, mantenendo alta l’energia fisica grazie al corretto bilanciamento di proteine e grassi.